top of page

CORSO PRELIMINARE DI FILOSOFIA Lezione N.6


Lezione n.1 del Corso Preliminare di Filosofia Rosacroce
Lezione n.6 del Corso Preliminare di Filosofia Rosacroce

L’Uomo e i suoi Corpi

1) I Quattro Eteri: Molte persone non si rendono conto che l’uomo possiede, oltre al corpo fisico visibile, altri veicoli che sono invisibili e intangibili. La Filosofia Rosacrociana rivela che il corpo fisico, così perfetto com’è, non potrebbe esistere da solo. È vivo, cresce, si sviluppa; che cos’è che gli dà questa vita che perde nel momento in cui la morte mette fine alla sua attività? È il corpo vitale, composto di quattro eteri.


Domanda 1: Nominare i quattro eteri e precisare brevemente la funzione di ciascuno.


2) Formazione del Corpo Vitale: Quando l’Ego è sul punto di reincarnarsi attraversa la Regione del Pensiero Concreto, il Mondo del Desiderio e la Regione Eterica e raccoglie da ciascuno di questi piani una certa quantità di materia. In principio viene utilizzata una quantità relativamente minima di etere così selezionato, il resto, in un certo senso, rimane “in attesa” all’esterno del corpo del bambino, in vista di servire alla costruzione dei suoi veicoli.


Domanda 2: Perché il corpo vitale di un bambino si estende in forma maggiore di quello di un adulto?


3) Ripristino delle funzioni del corpo durante il sonno: Durante il sonno, il corpo vitale ricostruisce e restaura il corpo fisico mediante l’energia solare e gli eteri chimico e vitale. Questi due eteri lavorano sul corpo fisico per armonizzare le vibrazioni e rianimarlo, mentre gli eteri superiori accompagnano l’Ego, unitamente all’involucro mentale, nel Mondo del Desiderio.


Domanda 3: Perché è necessario il sonno?


4) Come viene mantenuto in vita il corpo fisico: Il corpo vitale è paragonabile ad innumerevoli piccoli punti a forma di prisma che penetrano gli atomi fisici e li fanno vibrare.


Domanda 4: Che cosa causa la sensazione di formicolio quando gli eteri del corpo vitale ritornano in un membro dopo essersene ritirati?


5) Il corpo vitale dopo la morte: Dopo il decesso, il corpo vitale fluttua sopra la tomba, spettacolo ripugnante per un chiaroveggente.


Domanda 5: Fino a quando il corpo vitale sopravvive al corpo fisico?


6) Il corpo-anima: I due eteri superiori, cioè gli eteri luminoso e riflettore, sono spesso denominati “corpo-anima” perché sono più strettamente legati al corpo del desiderio e alla mente che non gli eteri inferiori. Crescono con gli sforzi e le buone azioni, perciò noi possiamo progredire, aumentando quello che abbiamo acquisito nelle precedenti esistenze.


Domanda 6: Che cosa è il corpo-anima?


7) L’Ausiliario Invisibile: In coloro che si sviluppano spiritualmente, il corpo-anima diventa piano piano un veicolo separato e viene conservato vita dopo vita.

Le persone che vivono una vita di servizio disinteressato imparano, con il tempo, a servire anche durante il sonno con il corpo-anima, sui piani superiori. In genere non ricordano questa attività, ma se perseverano potranno, poco a poco, passare da ausiliari invisibili incoscienti ad ausiliari invisibili coscienti.


Domanda 7: Cosa è l’Ausiliario Invisibile?




Post recenti

Mostra tutti
bottom of page